Il coraggio di un'idea

Dall’azienda di famiglia al gruppo alimentare

Rapelli è una ditta lanciata con dinamismo verso il futuro, ma profondamente legata al suo patrimonio storico. L’eredità del giovane salumiere Mario Rapelli, che nel 1929 aprì la sua bottega in via Giulia a Stabio, non è andata perduta. La tecnica è quella del nuovo millennio, ma la passione rimane antica. Nell’avveniristico stabilimento sono i computer a controllare il ciclo produttivo, ma sono le sapienti mani di oltre 400 collaboratori che danno vita a specialità alimentari prodotte ispirandosi alle ricette del giovane macellaio di Stabio.
Costato 35 milioni di franchi il nuovo complesso si estende su una superficie di 200 mila metri quadrati.
Inaugurato nel giugno 1998, è diventato, nel suo genere, il più moderno stabilimento d’Europa, a maggior ragione dopo la messa in funzione (nel 2003, prima in Svizzera) delle camere bianche per affettatura cotti, dove per proteggere gli alimenti dai microorganismi, la percentuale di batteri nell’aria è pari a quella di una sala operatoria. Uno stabilimento che ha fatto della Rapelli una delle aziende di lavorazione della carne più importanti in Svizzera.
Rapelli SA copre il mercato con due marchi: Rapelli, legato alla tradizione dei salumieri, e Ticinella, legato alla cultura gastronomica ticinese.

Rapelli